Condividi
GIORNATE ARCHEOLOGICHE al MUSEO DI ROSIGNANO MARITTIMO
Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

GIORNATE ARCHEOLOGICHE

al MUSEO DI ROSIGNANO MARITTIMO

Con la creazione delle giornate tematiche, il Museo diventa il luogo in cui per una giornata i ragazzi si calano in una dimensione temporale diversa dalla loro, provando esperienze di vita quotidiana di varie epoche preistoriche e storiche. La presenza della ricostruzione della villa romana permette di contestualizzare una serie di attività altrimenti sconnesse le une dalle altre e di calare i ragazzi in una specie di gioco di ruolo. È così possibile ricostruire scene di vita quotidiana di epoca romana con grande naturalezza, fatto che rende il Museo di Rosignano particolarmente attraente anche agli occhi di un turismo scolastico a distanza.

 

 

Inoltre il Comune di Rosignano Marittimo permette di sfruttare l’area all’aperto delle ex cave in località Acquabona, oggi all’interno del Parco delle Colline Livornesi. Questo spazio, per l’assenza di tracce evidenti di antropizzazione, si presta a varie ambientazioni, dalla Preistoria al Medioevo.

La dimensione temporale di una giornata permette di iniziare e di concludere un ciclo tematico, approfondendo un singolo argomento, lasciando ai ragazzi il tempo di apprendere al meglio attivamente, sperimentando la loro manualità ed esprimendo la loro creatività.

GIORNATE 1. “Un giorno da archeologi”

(III, IV e V classi della Scuola Elementare, I e II classe Scuola  Media  Inferiore)

1. Nel corso di una mezza giornata, i ragazzi dopo una breve introduzione teorica, si dedicano alla sistemazione dei reperti, lavandoli e classificandoli, e alla ricostruzione di alcune forme.

oppure

2. Nel corso di una giornata, dopo una breve introduzione teorica, i ragazzi si dedicano alla sistemazione dei reperti, lavandoli e classificandoli, e alla ricostruzione di alcune forme. In seguito allestiscono una vetrina utilizzando degli oggetti appositamente scelti, redigendo le relative didascalie.

GIORNATE 2. “Vivere nel Paleolitico”

(III scuola elementare)

1. Nel corso di una mezza giornata, dopo una breve introduzione teorica, i ragazzi provano a scheggiare la pietra per ottenere degli strumenti. Una volta ottenuto lo strumento, ne provano l'efficacia. Si dedicano quindi alla realizzazione di pitture preistoriche.

oppure

2. Nel corso di una giornata, oltre alle attività descritte al punto precedente, i ragazzi indossano un semplice costume "preistorico" e, dopo aver raccolto pietre e legna, aiutano ad accendere il fuoco, sul quale verrà cotto il pasto. Dopo pranzo, realizzano delle pitture o si cimentano nella realizzazione di piccoli contenitori e nelle tecniche del lancio (propulsore e arco).

GIORNATE 3. “Vivere nel Neolitico”

(III scuola elementare)

1. Nel corso di una mezza giornata, dopo una breve introduzione teorica, i ragazzi sperimentano la farinazione di alcuni cereali con macine e macinelli. A scelta, si dedicano quindi alla realizzazione di un vaso in argilla e/o di un pezzetto di tessuto.

oppure

2. Nel corso di una giornata, oltre alle attività descritte al punto precedente, i ragazzi, indossato un semplice costume “preistorico”, provano a levigare la pietra. Dopo aver raccolto pietre e legna, aiutano ad accendere il fuoco sul quale verrà cotto il “pane preistorico”. Quindi macinano alcuni cereali, impastano la farina e mettono a cuocere l'impasto su delle pietre. Dopo pranzo, si dedicano alla realizzazione di un vaso in argilla e/o di un pezzetto di tessuto.

GIORNATE 4. “Un giorno nella Preistoria”

(I scuola Media superiore)

Nel corso di una giornata, i ragazzi si cimentano in varie attività, mettendo alla prova le proprie capacità di sopravvivenza. Scheggeranno la pietra, costruiranno una lancia e proveranno a cacciare bersagli in movimento con l’aiuto del propulsore, accenderanno un fuoco e cucineranno un pasto da soli.

GIORNATE 5. “Alla corte del faraone”

(IV classe Scuola Elementare)

Nel corso di una giornata i ragazzi torneranno indietro di 3.000 anni, vivendo per un giorno come gli Antichi Egizi. Calatisi nei panni dei nobili che vivevano presso la corte del faraone, svolgono alcune attività tipiche dei diversi mestieri: lo scriba e la scrittura, i sacerdoti di Anubi e la mummificazione, i cuochi e la cucina dell’Antico Egitto o gli operai che costruivano le tombe alle prese con le pitture tombali.

GIORNATE 6. “Le nozze di Velia”

(V classe Scuola Elementare)

La giovane Velia, della potente famiglia volterrana dei Cerinei, va in sposa a Lars di Castiglioncello. Le fanciulle preparano le vesti, decorandole, e i gioielli, mentre i giovani si allenano per cimentarsi nelle competizioni sportive che seguiranno la cerimonia e affrescano la sala dei banchetti con scene di caccia e di pesca. La giornata si conclude con la festa nuziale.

GIORNATE 7. “Un giorno con gli Etruschi di Rosignano”

(V classe Scuola Elementare, I classe Scuola Media Superiore)

Nel corso di una mezza giornata, i ragazzi visitano i siti etruschi del territorio: le mura etrusche di Monte Carvoli, la necropoli di Pian dei Lupi e il Museo Archeologico di Rosignano Marittimo.

GIORNATE 8. “La coena Rasini

(V classe Scuola Elementare, I classe Scuola Media Superiore)

Nell’ambientazione della domus, i ragazzi, vestiti da schiavi, preparano in cucina il banchetto offerto dal dominus Rasinio Pisano, proprietario della villa sul colle di Rosignano, in onore del vicino Aulo Cecina. Preparato il cibo i ragazzi si trasformano in ospiti, schiavi, ballerini, musici e acrobati, dando vita alla coena. Dopo il banchetto, i ragazzi si trasformano in artigiani, che stanno allestendo il mosaico o l’affresco per il triclinio estivo in costruzione. In alternativa, possono diventare coroplasti e realizzare maschere teatrali in argilla.

GIORNATE 9. “I ludi”

(V classe Scuola Elementare)

Nel corso di una mezza giornata, i ragazzi, nell’ambientazione della domus, realizzano una palla di stoffa o in pelle oppure una bambola di pezza, si vestono e giocano come i bambini romani con le noci al castellum o al delta, con i dadi, con trottole di legno o con la palla.

GIORNATE 10. “Vivere da Romani”

(V classe Scuola Elementare, I classe Scuola Media Superiore)

Attività per chi ha a disposizione solo una mezza giornata:

1a. Visita animata della domus e un laboratorio a scelta (mosaico, pittura o maschere);

oppure

1b. Visita animata della domus e laboratorio ludico-didattico sul gioco;

oppure

1c. Visita animata della domus e laboratorio di cucina;

oppure

1d. Coena Rasinii senza i laboratori artigianali.

GIORNATE 11. “La cucina medievale”

(I classe Scuola Media Inferiore, Istituo Alberghiero)

Nel corso di una mezza giornata, i ragazzi seguono la lezione dal titolo “Il banchetto e il digiuno” e fanno un laboratorio di cucina in ambientazione medievale.

GIORNATE 12. “Il mercato e la festa”

(I classe Scuola Media Inferiore)

Nel corso di una giornata i ragazzi, vestiti da Toscani del Trecento, vivono a scelta, nell’ambientazione del castello, un giorno di mercato o di festa, con la preparazione e l’assaggio di ricette medievali.

oppure

Nel corso di una mezza giornata, i ragazzi seguono la lezione dal titolo “Il banchetto e il digiuno” e fanno il laboratorio di cucina in ambientazione medievale.

GIORNATE 13. “Un libro al giorno”

(I classe Scuola Media Inferiore, II classe Scuola Media Superiore)

Nel corso di una giornata, i ragazzi, dopo una breve introduzione teorica sul libro, realizzano un codice miniato, dalla preparazione della carta alla rilegatura fino alla decorazione con miniatura.

GIORNATE 14. “Una giornata al monastero”

(I classe Scuola Media Inferiore, II Scuola Media Superiore)

Visita guidata a uno o più dei seguenti monasteri: Le Badie, Montescudaio, S. Pietro di Monteverdi, S. Galgano, S. Michele della Verruca, S. Quirico di Populonia. Gli studenti potranno rendersi conto degli spazi e delle forme che caratterizzarono i monasteri nel corso del Medioevo in rapporto al paesaggio circostante.

 
Copyright © 2014 Cooperativa Capitolium - Sito Web. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
 
Newsletter Ricevi HTML?